Al Borzacchini Giangiacomo recupera la pole position

Seconda sessione di prove tutta per Sandro “Giangiamaika” che in sella alla moto preparata dal team Megabyke ha letteralmente strappato la pole a Ivano Pigliacelli su Bimota: 1’16”048 per il romano con il rivale sgranato di circa 5 decimi ed ancora un po’ in difficoltà nel mettere a punto la moto messagli a disposizione dal Team Pole Maren. Nel duello dovrebbe quindi farsi sotto il compagno di squadra di Giangiacomo, Michele Savoini, capace di portarsi a ridosso del muro del 1’ e 18” resistendo al ritorno alle sue spalle dell’indomito Siracusa. L’alfiere del Ducati Albano, ancora non soddisfattissimo del suo rendimento, sta comunque crescendo e promette battaglia per domani cosi come promettono battaglia Vernamix per il Rosmoto racing team e Cecchinelli per il Megabyke.

Per il primo una seconda sessione dove ha faticato a trovare la quadra, per Cecchinelli invece difficoltà a smaltire ancora il gran botto di Vallelunga con problemi alla spalla che gli hanno impedito di scendere sotto l’1’18”780 del mattino. Chi invece si è migliorato non di poco è Marco D’Amico: il neo papà, alla prima gara del 2015, ha “smaltito” quasi due secondi tra un turno e l’altro andando all’inseguimento di Siracusa. Buono anche il recupero tra una sessione e l’altra per Enrico Martini in sella alla Millona: nonostante alcuni acciacchi che gli impediscono di spingere come vorrebbe e potrebbe, il romano rimane nei primi 10 e rimanda a domani per eventuali rimonte. Netto il miglioramento quindi di Arturo Ansaloni sulla Ducati 900SS a carburatori – classe BotT2, capace di limare ben 3 secondi tra mattina e pomeriggio su una pista che fatica a digerire e sulla quale è veramente alle prime armi. Ultima nota ma non certo per importanza alla BotT3 dove i tre terribili del Rosmoto si stanno dando battaglia. Confermata la leadership per Fabio Di Luzio, sotto gli occhi attenti di Vernamix che cerca di consigliarlo al meglio, miglioramenti per i suoi inseguitori Trigila e Russo con il cambio di guardia in seconda piazza ora appannaggio appunto di Russo con il tempo di 1’23”952.
Appuntamento per la gara a domani domenica 20 settembre alle ore 11.55, 14 i giri in programma per la distanza di oltre 35 km.

MAGIONE SETT 2015 ANALISI TEMPI PROVE BOTT

MAGIONE SETT 2015 GRIGLIA BOTT

MAGIONE SETT 2015 RIEPILOGO PROVE BOTT

MAGIONE SETT 2015 VELOCITA’ QUALIFICHE BOTT